prestito sociale regione toscana

Se stai attraversando un periodo difficile dal punto di vista finanziario e risiedi in Toscana, ci sono buone notizie per te! Grazie al prestito sociale emesso dalla Regione, infatti, potrai avere un benvenuto sostegno economico.

Il prestito sociale Regione Toscana: come funziona

Se vivi in Toscana e hai qualche difficoltà economica ti conviene rivolgerti alla rete territoriale dei centri d’ascolto Caritas convenzionati con la regione: ne trovi più di trecento nella città metropolitana di Firenze e nelle province di Grosseto, Livorno, Lucca, Massa Carrara, Pisa, Pistoia, Prato e Siena (puoi scaricarne l’elenco dalla pagina https://www.regione.toscana.it/-/la-rete-dei-centri-di-ascolto).

I Centri di ascolto Caritas sono nati per aiutare le persone che vivono situazioni di disagio e povertà.

Ai loro sportelli puoi ottenere informazioni o prenotare un colloquio, familiare o individuale, in seguito al quale potrai accedere al finanziamento regionale: si tratta di un prestito di 3.000 euro, che puoi ottenere senza dover esibire garanzie e che potrai restituire senza interessi entro trentasei (36) mesi dall’erogazione.

Chi ha diritto al prestito sociale

La precedenza va a coloro che versano in una posizione socioeconomica abbastanza disagiata. Viene considerato prioritario aiutare le persone appartenenti alle seguenti categorie:

  • i diversamente abili;
  • i nuclei monoparentali;
  • le famiglie con figli minorenni.

Obiettivo del progetto è tuttavia anche quello di sostenere i lavoratori che si trovino in difficoltà contingenti. La modalità per il rimborso sarà dunque concordata con il centro di ascolto cui ti sarai rivolto, che ti metterà anche a disposizione un tutor per spiegarti come fare buon uso del denaro che ti sarà stato prestato.

Prestito sociale: i requisiti per ottenerlo

Prima di rivolgerti a un Centro d’ascolto per richiedere il finanziamento sociale erogato dalla Regione Toscana, sarà bene che ti accerti di avere determinati requisiti e ti adoperi per certificare che:

  • sei residente in Toscana;
  • hai diciott’anni compiuti;
  • non hai precedenti di stampo criminale o mafioso che risultano sulla fedina penale;
  • il tuo ISEE non è superiore ai €15.000;
  • sei cittadino dell’Unione Europea o hai un permesso di soggiorno in vigore.

Ricapitolando

Se risiedi in Toscana e attraversi un momento di difficoltà, non esitare a rivolgerti alla rete dei Centri d’ascolto disseminati in tutta la regione. Informati se hai diritto a beneficiare del prestito sociale, a maggior ragione se rientri nella categoria dei diversamente abili, ti riconosci nella definizione di “nucleo monoparentale” e/o hai figli minori.

ALBERTO ANGELIA

Sono uno scrittore specializzato nel settore assicurazioni e prestiti e vivo a Roma con la mia famiglia.

Torna alla homepage di Assicurazionieprestiti.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.